Il 2020 è stato l’anno della Pizza fatta in casa: record anche tra i giovani

Con una media dalle tre alle cinque volte al mese

News di Tommaso Stio — 5 mesi fa

Pizza Napoletana Metodo - Sezione

Gli italiani lo sappiamo, sanno come darsi da fare. E allora, se da una parte la quarantena ci ha impedito di andare in giro e di godere di una bella pizza fumante seduti in Pizzeria, dall’altra però ha spinto molti nostri concittadini a sperimentare, in cucina e non. Per quanto riguarda la Pizza fatta in casa, in particolare, possiamo dire che il 2020 è stato l’anno dei record.

Molti di voi conoscono e avranno già familiarità con le nostre numerose Guide sul tema (Pizza Napoletana, in Teglia, Fritta e molto altro), altri saranno andati per tentativi o a memoria ma ciò che conta, è che la mancanza della Pizza non si sia mai fatta sentire. Secondo una ricerca che è stata commissionata da Galbani a Human Highway, la media mensile di pizze fatte in casa è passata dalle circa 1,9 del 2019 alle 2,9 del 2020. Un grande successo è stato riscosso in particolare tra i più giovani (nella fascia che va dai 18 ai 24 anni) i quali hanno raggiunto una media di Pizze fatte in casa pari a 3,6. Le grandi famiglie invece – da sei o più persone – l’hanno preparata con una media di 4,8 volte al mese.

Per quanto concerne il genere di chi ha preparato in casa la propria pizza, possiamo notare come la maggioranza sia stata femminile ovvero il 53% delle donne contro il 47% degli uomini; il 18% del totale invece, ha approfittato dell’occasione per condividere la preparazione con il partner. Insomma, si sono cucinate tante pizze e lo si è fatto soprattutto nei fine settimana mentre, come facilmente intuibile, la Margherita è stata la vera protagonista nonché quella più preparata dai pizzaioli casalinghi. L’appetito però si sa, viene mangiando e non a caso il 58% degli intervistati ha dichiarato di aver preparato anche fino a due o tre varanti di pizza, lasciandosi ispirare dalle ricette trovate su internet oppure dalle idee o tradizioni della propria famiglia.

Lascia un commento