fbpx

I vincitori di Napoli del premio MangiaeBevi 2020, tra Pizza e molto altro

Tra i giurati anche il nostro Antonio Fucito

News di Tommaso Stio — 3 settimane fa

Si sono chiuse da pochissime ore le votazioni che hanno incoronato i Ristoranti e le Pizzerie Migliori del 2020 di Napoli, eletti da una giuria specializzata e con premi suddivisi tra ben sedici categorie diverse (ovviamente non può mancare la Pizza) e con quattro vincitori di un Premio Speciale.
Tante conferme e alcune new entry per una città sempre dinamica e ricca di risorse e novità da scoprire: le votazione sono partite online lo scorso 3 febbraio sul sito di MangiaeBevi e sono terminate con migliaia di voti, suddivisi tra circa ottanta attività di ristorazione nominate.

Tali nomination sono state trovate grazie ai pareri della Giuria, composta da esperti del settore tra cui il nostro Antonio Fucito e altri colleghi quali Francesco Bellofatto (Dodici Magazine), Santa Di Salvo (Il Mattino), Arianna Esposito (MangiaeBevi), Vincenzo Pagano (Scatti di Gusto), Diego Paura (Il Roma), Luciano Pignataro (Luciano Pignataro Blog), Monica Piscitelli (Campania che va) e Nadia Taglialatela (MangiaeBevi).

La giuria come il pubblico ha espresso le proprie preferenze, selezionando così le attività più autorevoli per ogni categoria. Tra tutte quelle presenti, per quanto ci riguarda, l’attenzione maggiore va alla categoria relativa alle Pizzerie che, in seguito al voto del pubblico, ha premiato i seguenti locali, presenti anche nel nostro Pizza Advisor:

La Marinara con Scarole di 50 Kalò

MIGLIOR PIZZERIA

50 Kalò
Pizzeria Francesco e Salvatore Salvo
Gino Sorbillo
Pizzeria Da Attilio
Pizzeria Le Parùle

La pizzeria di Ciro Salvo ha ottenuto quindi il favore del pubblico ed è stata anche eletta come Miglior Pizzeria anche da parte della Giuria assieme alla Pizzeria dei fratelli Salvo e alla celebre pizzeria di Gino Sorbillo. In classifica anche la Pizzeria Da Attilio e Le Parùle, in una grande celebrazione non solo del disco di pasta ma anche di fritti e altri lievitati. La Giuria si è anche espressa come segue invece per quanto concerne tutte le altre categorie in gara:

Miglior Ristorante Fine Dining: Palazzo Petrucci Ristorante
Miglior Ristorante della Tradizione: Mimì alla Ferrovia
Miglior Ristorante di Pesce: Ristorante Punto Nave
Miglior Ristorante Etnico: Staj Noodle Bar
Miglior Osteria: Lo Stuzzichino
Miglior Braceria: Braceria Bifulco
Miglior Pizzeria: 50 Kalò
Miglior Birreria: Il Birraiuolo Craft Beer Bar
Miglior Wine Bar: Vinarium Napoli
Miglior Cocktail Bar: L’Antiquario
Miglior Pasticceria: Pasticceria Sirica
Miglior Caffetteria: Gran Caffè La Caffettiera
Miglior Gelateria: Casa Infante
Miglior Pizza Da Asporto: Elettroforno Giulia
Miglior Forno: Malafronte
Miglior Bottega: Campania Mia

Infine come detto, sono stati assegnati altri quattro Premi Speciali alla Miglior Novità dell’anno, Miglior Format Innovativo, Miglior Design e il Premio Resilienza. A trionfare in queste categorie sono stati rispettivamente Gina Pizza, la nuova pizzeria da asporto firmata da Giuseppe Pignalosa e inaugurata a Portici a settembre 2020 allo scopo di offrire un impasto studiato per resistere al meglio all’asporto.

Il Premio come Miglior Format Innovativo è stato invece attribuito a Contaminazioni Restaurant dello Chef Stellato Giuseppe Molaro; Il Malandrino Lounge ha invece trionfato nell’ambito del design,  grazie alla sua location vista mare all’ultimo piano di Palazzo Petrucci. Con voto unanime infine, il Premio Resilienza è stato attribuito a delle realtà che si sono maggiormente distinte nel periodo di pandemia grazie a un grande progetto di coworking che durerà fino ad aprile e sono i ristoranti stellati Veritas e George del Grand Hotel Parker’s.

Lascia un commento