Pizza a domicilio: nel 2022 più di 3 milioni di ordini, svela Glovo

Ancora oggi rimane uno degli ordini più richiesti in Italia

News di Nicola Gargiulo — 10 mesi fa

Pizza Delivery: nel 2022 più di 3 milioni di ordini svela Glovo

La pizza a domicilio è ancora una volta un grande successo in Italia: Glovo svela che oltre 3 milioni di ordini sono stati dedicati nel 2022 al disco di pasta più noto al mondo, confermando l’amore del popolo italiano verso l’alimento più noto e apprezzato nel globo. I dati sono stati diffusi dal Barometro Gastronomico, uno studio diffuso da Glovo che elenca le ricette più consumate dagli utenti nel corso dello scorso anno. I servizi di delivery sono in crescita, vista anche la comodità che essi offrono e questo ha di certo aiutati i dati esposti in questo articolo.

L’app in questione ha consegnato quindi più di 3 milioni di pizze in Italia (addirittura il 45% in più su base annua), che equivarrebbero a sei tonde consegnate ogni sessanta secondi. Ovviamente questi dati non ci sorprendono, anche perché la pizza è sempre stato uno degli alimenti più consegnati di sempre, anche prima dell’avvento di Glovo e delle altre piattaforme. Ma quali sono state le pizze più richieste dal servizio?

Pizza Delivery: nel 2022 più di 3 milioni di ordini svela Glovo

Domino’s e la consegna della pizza con la tuta da jet

Glovo spiega che il 55% degli ordini complessivi comprendono la Margherita, seguita poi da Diavola e Marinara. Se parliamo delle città al centro troviamo Napoli e Roma, mentre nei dati del 2022 sono presenti anche la Lombardia e il Molise come sorpresa finale. Dopo la pizza l’app posiziona al secondo posto tra gli alimenti più ordinati la piadina (321 mila unità), seguita poi dal supplì (244.180).

Come accennato non è una sorpresa e questo successo è dovuto non solo al successo mondiale dell’alimento ma anche dalla sua natura appositamente adatta al delivery. La pizza è sempre stato un alimento semplice e veloce da mangiare già un centinaio di anni fa, quindi è difficile che le cose cambino da questo lato.

Lascia un commento