Pizza e Bitcoin, l’accoppiata diventa una catena virtuale di pizzerie

Si festeggia per una settimana intera, con donazioni e cartoni brandizzati

News di Garage Pizza Bot — 4 settimane fa

pizza bitcoin

A undici anni di distanza da quella che a tutti gli effetti è passato alla storia come il Bitcoin Pizza Day, nasce un nuovo ‘brand di pizza’, se così si può dire, per celebrare questa particolare accoppiata nata nel 2010. Come riporta il sito web dell’iniziativa, la settimana in questione che celebrerà pizza e Bitcoin parte il prossimo 22 maggio, l’anniversario della prima pizza acquistata per diecimila Bitcoin (che oggi corrispondono quasi a 300 milioni di euro, ndr) e si protrarrà fino a sabato 29 maggio.

Questo Bitcoin Pizza in realtà non è un vero e proprio brand né intende rappresentare una catena di pizzerie “classica”; piuttosto si riferisce a un gruppo, dislocato per gli Stati Uniti, che raccoglie sotto il suo nome tante insegne più o meno famose sparse per il paese. Per questa occasione e per festeggiare la prima pizza acquistata in Bitcoin, sono stati creati diecimila cartoni per pizza brandizzati che serviranno per contenere le pizze che le persone ordineranno su internet, presumibilmente sia in Bitcoin che carta di credito.

Questo progetto viene svolto in collaborazione con l’HRF (Fondazione per i diritti umani) e con il loro Fondo di Sviluppo del Bitcoin: ogni pizza acquistata – così si legge sulla pagina dedicata del loro sito web – contribuisce al lavoro degli sviluppatori sulla piattaforma open-source per rendere l’infrastruttura Bitcoin sempre più privata, decentralizzata e resiliente.

Il servizio è in espansione e le città dove è al momento disponibile sono dieci ovvero Austin, Boston, Chicago, Houston, New York City, Miami, Los Angeles, San Francisco, Seattle e Washington D.C. L’ordine può essere comodamente completato online, sia per il delivery che per l’asporto.

Lascia un commento