Condimenti per pizze surgelate: cinque consigli per migliorarle a casa

Voglia improvvisa di Pizza o una cena da organizzare all’ultimo minuto: la pizza surgelata può venirci in aiuto, ecco cinque consigli per renderla più buona.

Rubrica di Rosario Salatiello — 7 mesi fa

Condimenti per pizze surgelate

Anche mangiare una pizza negli ultimi è diventata una cosa più difficile da improvvisare, tra chiusure dei locali dovute a zone arancioni e rosse e necessità di prenotare per tempo un asporto per essere sicuri di vedersi recapitare a casa la pizza all’orario desiderato.
In questa situazione, è diventato inevitabile per molti studiare modi alternativi per riuscire a mangiare una pizza, portando sotto la luce dei riflettori anche le pizze surgelate, e i loro condimenti. Per rendersene conto basta pensare a quante volte in questo periodo vi sarà capitato di vedere qualcuno in coda alla cassa del supermercato con una marinara o una margherita da scaldare a casa, ricorrendo così a questo tipo di soluzione per risolvere una voglia improvvisa di pizza o una cena da mettere a tavola in pochi minuti senza troppi sbattimenti.

Anche senza fare come noi, che abbiamo provato a più riprese le pizze surgelate proposte dal mercato, è ovvio che mangiare un prodotto del genere per ovvi motivi non è di certo come mangiarla appena sfornata. Ci sono però dei modi semplici per migliorare quello che stiamo per portare sulla nostra tavola, ricorrendo a qualche aggiunta per dare un tocco in più a quello che portiamo via dal supermercato.

Olio e acqua

Pizza Olio e Pomodoro congelata (A' Pizza)
Se la pizza che state mangiando è troppo secca, il rimedio più semplice consiste ovviamente nell’aggiungere un filo d’olio per scongiurare che vi causi il temuto groppo alla gola. La cosa positiva è che l’olio può eventualmente essere aggiunto anche al momento stesso in cui la state mangiando, quindi crudo.
Soprattutto se avete in casa un olio il cui gusto vi piace particolarmente, quest’ultima opzione può essere più che valida per dare un miglioramento importante in termini di sapore alla vostra pizza surgelata. In alternativa, si può fare una spirale prima di riscaldare la pizza, permettendogli così di rendere ogni fetta più morbida e delicata. State però attenti a non farlo scaldare troppo. In aggiunta potete anche bagnare la pizza con una spennellata d’acqua sul cornicione, che contribuirà a renderla ancora meno secca.

Tornando all’olio, ricordiamo anche che in commercio ne esistono di tanti tipi aromatizzati, per cui potete scatenarvi come più vi aggrada. Se il gusto piccante vi piace, una punta di olio al peperoncino è ovviamente l’idea più semplice da considerare, ma a seconda della pizza che state per mangiare l’unico limite è quello dettato dal proprio (buon)gusto.

Margherita come base

Pizza Surgelata Tre Milini, post cottura
Se la pizza surgelata è una margherita, potete sbizzarrirvi usandola come base sulla quale aggiungere tutto ciò che trovate nella vostra cucina. Un buon modo per svuotare gli avanzi che si trovano in frigo, usando per esempio qualche tipo di affettato per arricchirla e darle una marcia in più. Anche in questo caso non ci sono limiti, in quanto ogni tipo di gusto può essere soddisfatto.

C’è un unico aspetto da tenere in considerazione se state usando affettati come prosciutto crudo, speck, o simili. In cottura essi tendono infatti ad accentuare secchezza e gusto salato, risultando quindi meno gustosi al momento di mangiare la pizza. Un prosciutto cotto può quindi essere usato prima della cottura, mentre altri è meglio aggiungerli dopo o, se proprio gli si vuole dare una scaldata, a metà cottura.

Marinara con pomodorini e acciughe

Marinara con acciughe, olive e capperi (Nascostoposto, Terni)
Come nel caso della margherita, anche la marinara può essere usata come base da migliorare con qualche ingrediente in più. Per farlo potete prendere spunto dalle tante variazioni studiate dalle pizzerie in giro per l’Italia, dove le rivisitazioni della marinara classica in chiave contemporanea sono ormai all’ordine del giorno.

Potete per esempio tagliare qualche pomodorino e metterlo sulla pizza sia prima che dopo la cottura, a seconda dei vostri gusti. Un altro modo più che collaudato per migliorare la marinara consiste nel metterci sopra qualche filetto di acciuga. Personalmente anche quando preparo le mie pizze fatte in casa preferisco aggiungere i filetti dopo la cottura, per fare in modo che il pesce risulti meno secco e meno salato. Anche una combinazione di entrambi gli ingredienti va più che bene, aggiungendo eventualmente olive come la pizza che vedete qui sopra.

Aggiunta di formaggi

Quattro formaggi (pizzeria 347, Funabashi)
Una quattro formaggi di tanto in tanto può stuzzicare il nostro appetito, ma non è detto che anche su altri tipi di pizza non si possa aggiungere il proprio latticino preferito. Le pizze surgelate del resto spesso sono molto risicate per quanto riguarda la mozzarella, per cui può valere la pena mettere sopra prima della cottura (o a metà per evitare le fastidiose macchie marroni di bruciato) del buon fiordilatte.

La mozzarella di bufala può naturalmente essere un altro ingrediente in grado di rendere la pizza prelibata, così come il parmigiano grattugiato. Nel corso dei mesi mi sono reso conto che tra i non appassionati la presenza di questo ingrediente sulla margherita è tutt’altro che scontata. Nel caso in cui si voglia dare un sapore più forte, si può eventualmente usare del pecorino romano.

Attenzione alla cottura

Ho provato altre 5 Pizze surgelate in Pandemia: il video
Anche se la pizza surgelata viene fornita già precotta, il passaggio finale tra le mura domestiche è comunque importante. L’uso del microonde può per esempio risultare più semplice e comodo, ma per ottenere il risultato migliore la cottura in forno è essenziale. C’è chi usa anche la padella, ma in questo caso diventa molto facile bruciare la parte inferiore della pizza o lasciare troppo cruda quella superiore.

Fate quindi attenzione a far riscaldare per bene il forno, portandolo alla giusta temperatura come indicato sulla confezione delle pizze surgelate. Avere fretta e infornare quando il forno non è ancora pronto potrebbe infatti darvi qualche problema, facendo seccare troppo la pizza. Salvo istruzioni diverse, ricordate anche che la pizza va infornata ancora surgelata.
Come avviene in pizzeria, una volta avviata la cottura tenete d’occhio la pizza che si trova nel forno. Anche se le indicazioni vengono presentate come universali per tutti i forni domestici, chiunque abbia cotto qualsiasi cosa in due forni diversi sa bene che ogni elettrodomestico fa storia a sé.

Avete qualche altro trucco per migliorare le pizze surgelate che volete condividere con noi? Fatecelo sapere!

Lascia un commento