DPCM, le nuove regole per le attività e gli spostamenti

Dal 16 gennaio fino al prossimo 5 marzo

News di Garage Pizza Bot — 9 mesi fa

Forno (Pizzeria Seirinkan, Meguro City, Tokyo)

Nella giornata di ieri è stato firmato dal governo un nuovo DPCM che sarà in vigore dal 16 gennaio fino al prossimo 5 marzo e che contiene alcune nuove regole sulle aperture delle attività, gli spostamenti tra comuni e regioni e la nuova suddivisione in fasce di rischio.

Il nuovo decreto conferma innanzitutto il coprifuoco dalle ore 22 alle 5 di mattina e l’utilizzo obbligatorio della mascherina anche all’aperto. Il territorio nazionale è stato suddiviso come in precedenza per fasce di rischio: le regioni possono essere rosse, arancioni, gialle o bianche in base ad alcuni indicatori, tra cui la percentuale di contagiati. Se da una parte possiamo festeggiare la riapertura dei musei nelle regioni gialle – soltanto su prenotazione e nei giorni feriali – dall’altra sono state invece inasprite le misure che riguardano l’asporto.

Al fine di evitare assembramenti fuori dai locali infatti, sarà consentito l’acquisto di cibo e bevande da asporto soltanto fino alle 18. Restano chiuse invece tutte le altre attività quali cinema, palestre e piscine su tutto il territorio nazionale.

Il ‘colore’ delle regioni è variabile e segue ovviamente l’andamento della curva epidemiologica dei contagi: la scuola riparte in presenza al 50%, a partire dal prossimo 18 gennaio, con le lezioni delle scuole superiori di secondo grado. Per quanto riguarda gli spostamenti, resta bloccata la possibilità di spostarsi tra qualsiasi regione fino al prossimo 15 febbraio, salvo per motivi lavorativi, situazioni di necessità, salute o per rientrare alla propria residenza, domicilio o abitazione.

Per quanto riguarda le visite ad amici e parenti, il nuovo decreto consente lo spostamento verso una sola abitazione privata, all’interno del proprio comune, anche nelle regioni in fascia rossa e arancione.

Lascia un commento