Le regole per le aperture fino al 15 gennaio 2021

Cosa cambia in Italia dopo le feste

News di Tommaso Stio — 3 mesi fa

rider milano

Dopo avervi descritto tutte le restrizioni relative agli spostamenti e non solo durante le festività, oggi torniamo a raccontarvi nel dettaglio cosa si potrà e non si potrà fare fino al prossimo 15 gennaio, in attesa di nuove disposizioni.

Innanzitutto permane il divieto di spostamento tra le regioni, per il periodo che va dal 7 e il 15 gennaio 2021, su tutto il territorio nazionale, a meno che non sussistano come da autocertificazione le comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. Il testo pubblicato dal governo inoltre, prevede come sempre la possibilità di rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione escludendo però gli spostamenti verso una seconda casa, qualora questa si trovi in un’altra regione o provincia autonoma.

Per quanto riguarda il prossimo fine settimana – quello del 9-10 gennaio – l’Italia è da considerarsi come in “zona arancione” per cui ci potrà spostare, a differenza di quanto fatto nei giorni di zona rossa ma soltanto all’interno del proprio comune di residenza. Per quanto riguarda le attività di ristorazione, permangono gli stessi limiti e in particolare, nei giorni del 7 e 8 gennaio, le attività saranno regolarmente aperte fino alle 18 mentre il coprifuoco inizierà a partire dalle ore 22.

Non cambia la suddivisione in colori delle regioni ma variano alcuni parametri in base ai quali vengono calcolati gli eventuali scenari di rischio e di conseguenza le chiusure sul territorio; la scuola infine riprenderà la propria attività in presenza, per il 50% degli studenti, a partire dal prossimo 11 gennaio.

Lascia un commento