fbpx

Eventi: Chef in pizzeria, i fratelli Salvo ospitano Giuseppe Iannotti del Kresios

La cucina stellata del Kresios dai fratelli Salvo a Chiaia: la parola a Francesco Salvo

News di Nunzia Clemente — 11 mesi fa

Eventi i fratelli Salvo ospitano Giuseppe Iannotti del Kresios

Dovevamo aspettarcelo: la bellissima pizzeria dei Fratelli Salvo a Riviera di Chiaia già dalla nascita era votata ad ospitare eventi di spessore. Ad esempio, è palcoscenico di Chef in pizzeria, format di serate in cui il mondo dell’alta cucina e della pizza napoletana si incontrano. Il prossimo evento – segnate: mercoledì 5 febbraio 2019, ore 20.00 –  avrà come protagonista i fratelli duo del mondo pizza e Giuseppe Iannotti, chef del Kresios, stellato Michelin. Abbiamo approfittato dell’evento per fare due chiacchiere con Francesco Salvo, riguardo il loro rapporto con l’alta cucina, il valore sociale di proporre l’alta cucina al “grande pubblico”, e qualche curiosità.

Chef in pizzeria è soltanto un tassello della vostra lunghissima attività a contatto con gli chef stellati…

Assolutamente sì! Penso sia ormai diventata celebre la nostra sezione del menu dedicato alle pizze in collaborazione con chef stellati. Abbiamo iniziato ormai nel 2012, quindi otto anni fa, e da allora si sono fatti passi da gigante nel mondo pizza e nell’approccio che c’è con esso. Gli chef si avvicinano con curiosità, ed il mondo pizza allo stesso modo accoglie proposte ed innovazioni. All’inizio, qualcuno gridò allo scandalo: l’alta cucina con la pizza! Non dimentichiamoci che una parte di Napoli resta molto conservatrice, perlomeno riguardo la cucina. Poi, pian piano, gli animi si sono rasserenati: penso che sia stato capito che la pizza era, è e resterà un cibo popolare, ad un prezzo popolare.

Passiamo al capitolo avventori: che tipologia di cliente partecipa alle serate “Chef in pizzeria”? Spesso, il grande limite per un cliente nell’avere un’esperienza in un ristorante stellato è il prezzo: Che prezzo si pratica per questo tipo di serate?

Uso una citazione, “In Italia non esiste niente di più democratico della cucina”. E io penso sia verissimo. Le nostre cene con gli chef contano 100 ospiti ad ogni appuntamento, per alcuni c’è anche una lista d’attesa. E’ facile capire come sia davvero diversa l’organizzazione di una cena per 100 persone dove non si utilizzano, sovente, gli ingredienti a disposizione gli altri giorni. Le persone che partecipano sono di ogni estrazione sociale, di ogni tipologia: c’è il ragazzo che vuole farsi un regalo e provare un’esperienza, oppure la coppia di anziani, o ancora il gruppo di gourmand che ha l’occasione di “incontrare” lo chef preferito. Per quanto riguarda i prezzi, ogni cena è fissata a 50 euro: questa quota comprende tutto, dagli antipasti alla degustazione di pizze (solitamente 5/6 tipologie diverse), fino agli abbinamenti al calice con Ferrari. Questa tipologia di cena permette di provare pezzi unici ma anche alcune cose che sono tra i top di gamma che proponiamo nelle nostre pizzerie.

Oltre il valore “sociale” (avvicinare le persone all’alta cucina in modo soft), un evento del genere cosa può produrre?

Eventi del genere producono dei bei momenti e possono produrre delle fruttuose collaborazioni. Senza girarci troppo intorno, le pizze che vengono proposte durante le serate spesso sono pezzi unici: non di rado prevedono ingredienti non contemplati durante la gestione quotidiana della pizzeria e che quindi usiamo soltanto per quella serata. Però, c’è da dire che in queste serate ci sono già un paio di pizze facili da replicare e che sicuramente proporremo nei prossimi menu. Oltre a questi dati, è ovvio che nasca affetto e stima tra chef e pizzaioli, le brigate delle rispettive cucine imparano a conoscersi spesso dal giorno prima dell’evento, a lavorare a team allargato, ad imparare rispettive tecniche ed accorgimenti.

La Margherita del Vesuvio di Salvo Pizzaioli

Veniamo al prossimo evento in particolare: il 5 febbraio 2020 ospiterete lo chef Giuseppe Iannotti, del Kresios di Telese Terme, ristorante una stella Michelin. E’ uno chef molto diverso dalla platea campana, avete già messo a punto qualcosa del menu?

Siamo stati molto felici della disponibilità dello chef Iannotti e siamo molto curiosi di “provare” le sue idee. Il menu è in fase di elaborazione, ma è anche questo il bello di Chef in pizzeria: i menu vengono elaborati davvero pochissimi giorni prima, secondo le disponibilità del periodo e – perché no – le idee del momento.

Info & Prenotazioni:
3384092182
[email protected]

Lascia un commento