I migliori panettoni e pandori italiani secondo Dissapore

Vincitori e vinti nella classifica 2021

News di Garage Pizza Bot — 2 mesi fa

Panettone Dissapore 2021

Come ogni anno, in questo periodo, è stata pubblicata la classifica ufficiale di Dissapore dedicata ai migliori panettoni e pandori artigianali e per l’occasione, in attesa del nostro articolo dedicato invece ai migliori panettoni preparati da pizzaioli, abbiamo deciso di raccontarvi quali sono e da dove vengono i prodotti che più di tutti gli altri hanno convinto maggiormente la redazione.

Ovviamente i due articoli completi sono ricchi di dettagli e informazioni e, ad esempio, nel caso dei panettoni presentano ben 30 prodotti selezionati per cui, per approfondire, andate a leggere l’articolo completo. Ma concentrandoci invece su quali sono i migliori, quelli che sono riusciti ad aggiudicarsi la vetta della classifica: al terzo posto troviamo il panettone della Pasticceria Mascolo proveniente da Visciano, in provincia di Napoli e venduto al prezzo di 28 euro. La medaglia d’argento 2021 è stata assegnata invece a una nostra vecchia conoscenza – che vi avevamo già raccontato lo scorso anno – ed è il panettone Tiri 1957, prodotto ad Acerenza, un panettone davvero gustoso, definito da Dissapore come “il panettone più rustico che vorrete mangiare in una manciata di morsi, l’imperfezione fatta a nuvola”.

Medaglia d’oro quindi per il panettone di AT Pâtissier di Andrea Tortora, venduto al prezzo di 45 euro e definito dalla giuria come “un lievitato che sbaraglia la concorrenza per complessità aromatica”, facendo prevalere a ogni morso un sapore differente.

massari pandoro 2021

Il pandoro di Iginio Massari. Credits: Dissapore

Spostando invece l’attenzione sul mondo dei Pandori, riportiamo le prime posizioni direttamente dalla classifica ufficiale: in questo caso chi ha vinto la classifica del panettone ovvero AT Pâtissier non riesce a raddoppiare il traguardo ma si deve accontentare di un quinto posto. Questo perché, sul podio, ci sono tre prodotti davvero d’eccezione: al terzo posto c’è il Pandoro di Iginio Massari, volto celebre della pasticceria, un pandoro definito “impeccabile nella consistenza e goloso nell’aromatizzazione”.

La seconda posizione se l’aggiudica invece il Pandoro di Mamma grazia, direttamente da Nocera Superiore (Salerno) mentre il primo classificato è il Pandoro Tiri, venduto a 39 euro, che si presenta a detta delle giuria come un prodotto “intenso, elegante e identitario”.

Lascia un commento