La ricetta della Pizza in teglia con impastatrice planetaria

Gli ingredienti, il procedimento e alcuni consigli per un risultato garantito!

Rubrica di Garage Pizza Bot — 1 mese fa

Fare la Pizza fatta in casa per molti non è soltanto una passione ma anche un modo per scaricare la tensione, rilassarsi ed esprimere la propria creatività. Anche per questo motivo su Garage Pizza ci divertiamo a raccontare ricette e consigli ai nostri lettori per fare in modo che chiunque abbia attenzione, pazienza o voglia di imparare, possa avere gli strumenti per impegnarsi in cucina.
Dunque se anche voi siete dei “pizzaioli casalinghi” o semplicemente degli appassionati, non potete perdervi lievitamente – Il Festival della Pizza fatta in casa (qua tutte le informazioni) e la ricetta che segue, creata usando l’impastatrice planetaria Kenwood Chef XL Titanium di cui trovate tutte le informazioni e un codice sconto del 40% in fondo all’articolo (valido fino al 12 settembre).

La ricetta che vi proponiamo oggi è quella di Antonio Pascarella, non soltanto YouTuber con il canale Malati di Pizza ma anche giudice del festival proprio nella categoria pizza in teglia. L’obiettivo dell’impasto creato da Antonio è quello di ottenere una pizza molto digeribile (ben 80% di idratazione) ovvero con una mollica soffice e una struttura di base che risulti croccante al morso.

La ricetta che segue e le dosi che trovate qua sotto sono indicative di un impasto per fare 3 teglie di 30x40cm:

Il procedimento inizia ovviamente con la farina che dev’essere riposta nel cestello dell’impastatrice e che inizialmente dev’essere fatta ossigenare utilizzando il Gancio K nel mentre, usando le dita, si sbriciola il lievito. Per quanto riguarda la farina, come potete leggere dalla lista degli ingredienti, è importante rispettare quelli che sono i valori W di questa poiché, dalla scelta della giusta farina dipende anche la capacità o meno di assorbire correttamente l’acqua. Se non sapete di cosa stiamo parlando, vi rimandiamo a questo articolo che vi spiega cos’è l’indice W e come interpretarlo.

Adesso è possibile procedere con l’aggiunta della maggior parte dell’acqua, circa 700 grammi, per iniziare la miscelazione. Quando l’impasto si sta incordando e inizia a prendere forma possiamo aggiungere la restante parte dell’acqua, a filo. Procedete adesso con l’aggiunta del sale e poi dell’olio, in due momenti diversi, così da assicurarci che l’impasto riesca ad assorbire correttamente entrambi gli ingredienti.

Quando la superficie dell’impasto sarà liscia e omogenea, fermate la macchina e mettete tutto a riposare nel frigo per circa 20 ore. Trascorso questo tempo, togliete l’intera massa dal frigo e lavoratela andando a formare tre diverse pagnotte, di uguali dimensioni, che corrisponderanno ciascuna a una teglia 30×40 cm. Suddividete dunque l’impasto e lasciatelo lievitare a temperatura ambiente per altre 4 ore.

Il condimento è ovviamente a piacere (se avete bisogno di idee, qua trovate 5 condimenti la pizza fatta in casa) mentre per la cottura si raccomanda di cuocere a 350 gradi sotto e 280 gradi sopra, oppure nel forno elettrico di casa alla massima temperatura, fino a quando la mozzarella è ben sciolta o l’impasto dorato, ovvero in base alla potenza e alle caratteristiche del vostro forno.

Come promesso, prima di salutarvi, vi segnaliamo il codice che vi permette di acquistare l’impastatrice planetaria Kenwood Chef XL Titanium col 40% di sconto fino al 12 settembre 2021: per ottenere lo sconto non dovete far altro che inserire il codice “KWPIZZA40” nel carrello, sul sito ufficiale.

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Kenwood, partner di lievitamente – Il Festival della Pizza fatta in Casa. Per scoprire come trattiamo il test dei prodotti, il giudizio delle pizzerie e qual è la linea editoriale di Garage Pizza, è possibile consultare il nostro Manifesto completo.

Dedicato interamente al mondo della Pizza fatta in Casa: guide, ricette, consigli, le vostre creazioni!
Scopri lievitamente

Lascia un commento