Pizza il giorno dopo: perché rimane sempre buona?

Una spiegazione scientifica, con qualche accorgimento per migliorarne il sapore

Rubrica di Garage Pizza Bot — 3 settimane fa

Difficilmente una pizza ordinata a domicilio o presa da asporto in pizzeria riesce a sopravvivere alla notte ma, qualora dovesse capitare, ci sono dei piccoli accorgimenti per renderla ancora più buona. Fermo restando che è pratica abbastanza consolidata mangiare gli avanzi proprio durante il corso della nottata, oppure al mattino, la scienza ci spiega perché e come il nostro cervello elabora e percepisce diversamente il suo sapore.

Come spiegato da un articolo di BBC Science Focus, una pizza lasciata a riposare in frigo – specialmente se la temperatura dell’ambiente è molto calda o umida – riesce a preservare quasi tutte le sue qualità e la sua struttura, assorbendo parte dei succhi rilasciati dai vari ingredienti ma rimanendo integra grazie anche, quando è presente, allo strato di pomodoro che evita che il grasso dei formaggi o degli ingredienti arrivi fino alla base della pizza.

Le sensazioni che si provano dando un bel morso a una pizza fresca (fresca nel senso che esce dal frigorifero, oppure ad una temperatura ambiente non estiva ndr) sono ovviamente meno preponderanti rispetto al sapore avvolgente di uno spicchio fumante e questo vale anche perché è la temperatura stessa a influire sulla percezione che abbiamo del gusto. A una temperatura compresa tra i 15 e i 25 °C infatti, i nostri recettori del gusto dolce e amaro sulla lingua sono pronti a cogliere ogni sfumatura di sapore, dando il via a una reazione a catena di segnali e risposte fino al cervello. A temperature più basse invece, questi canali appaiono quasi come dormienti e comunicano molto meno le sensazioni in arrivo.

Margherita (Nascostoposto, Terni)

Invece i recettori del gusto salato e acido non sono influenzati dalla temperatura e questa peculiarità spiega, almeno in parte, perché uno spicchio di pizza il giorno dopo possa sembrarci effettivamente più salato. Insomma, anche fredda la pizza è sempre buona da mangiare e, se proprio non fa per voi, potete scaldarla brevemente in forno per togliergli un po’ di umidità e renderla molto più appetitosa, come vi abbiamo suggerito in questo articolo.

Per quanto riguarda infine i cartoni della pizza che vi ritrovate in casa, ricordatevi di riciclarli correttamente: con qualche piccolo accorgimento, si può fare!

Lascia un commento